Medicina del Respiro
Malattie

Perché Faccio Fatica a Fare le Scale (e mi manca il fiato)

In questo articolo, pubblichiamo il testo integrale del video creato dal Dott. Enrico Ballor e pubblicato sul canale YouTube ufficiale di Medicina del Respiro dedicato al tema FATICA A FARE LE SCALE (perché mi manca il fiato)?

Introduzione

Ho visitato negli anni alcuni pazienti che mi riferivano di avvertire una sensazione di particolare fatica e ai quali mancava il fiato anche solo dopo una rampa di scale.

Vediamo quali potrebbero essere i motivi con l’aiuto del Dott. Enrico Ballor, Pneumologo a Torino.

FATICA A FARE LE SCALE (perché mi manca il fiato)?

Partiamo dal video FATICA A FARE LE SCALE (perché mi manca il fiato)? per chi se lo fosse perso.

Trascrizione

Far fatica a fare le scale potrebbe anche non stupire, naturalmente se i piani da salire fossero 10. D’accordo? ma se compare invece un particolare affaticamento a respirare anche solo dopo 1 o 2 rampe di scale, behh, in questo caso allora le cose cambiano!

Alcuni pazienti mi dicono

“Dottore, mi manca il respiro, mi manca il fiato quando faccio le scale, anche solo dopo pochi gradini, una volta non era così.”

Bene! Ciò che fino a poco tempo prima non provocava nessun sintomo particolare, improvvisamente, o nell’arco di poco tempo, incomincia a causare la comparsa di una dispnea, cioè di un disagio, di una fatica a respirare, qualche volta anche di una certa importanza!

Un generale senso di affaticamento che spesso si accompagna, ad esempio, anche a tachicardia, cioè a cuore che batte molto velocemente, e a palpitazione, che è invece la sensazione fastidiosa che si avverte quando il cuore batte forte, d’accordo?

Attenzione che, queste sensazioni, da molti vengono considerate erroneamente come una sorta di normalità tipica, o implicita nell’invecchiamento, cioè, in pratica, l’anziano respira male quando fa le scale perché è ANZIANO, non perchè, come invece dovrebbe essere vista la cosa, perché è intervenuta una qualche patologia CHE MAGARI SICURAMENTE SI. E’ PIU’ FREQUENTE NELL’ANZIANO ok?

Una qualche malattia che però, se correttamente diagnosticata e individuata, può essere magari anche curata e risolta a patto che se ne individuino le cause.

Ecco, esiste spesso questo strano modo ci considerare la fatica a fare le scale dell’anziano con questo senso quasi di, inevitabilità, legato alla vecchiaia.

Beh, non è così!

Cosa causa in realtà la mancanza di fiato?

Alla base della dispnea, della mancanza di fiato a fare le scale, si trovano molto spesso delle cause fisiopatologiche e cliniche anche molto diverse tra loro.

Proviamo a vedere allora insieme quali possono essere.

Ci sono ad esempio molte malattie respiratorie che interessano i bronchi e i polmoni, che potrebbero essere responsabili della fatica a fare le scale, d’accordo?

BPCO

Classico, ad esempio, è il caso della broncopneumopatia cronica ostruttiva, della cosiddetta BPCO, con la comparsa di una dispnea che compare per la scarsa resistenza alla fatica che spesso è presente in questi pazienti, specie in quelli non adeguatamente curati, magari proprio perché non diagnosticati, o che non seguono programmi di riabilitazione respiratoria.

Sono pazienti che hanno bisogno di cure farmacologiche adeguate, che hanno bisogno di mantenersi attivi, con programmi di riallenamento della muscolatura degli arti e della muscolatura respiratoria, sono i programmi di fisiokinesiterapia respiratoria, con i quali si può ritardare l’insorgenza della fatica respiratoria durante l’attività fisica, aumentando in questo modo la propria resistenza allo sforzo, OK?

Enfisema Polmonare

Bene, tra i pazienti con BPCO poi, ci sono quelli che hanno ad esempio, l’enfisema polmonare, che consiste in una malattia polmonare cronica caratterizzata dalla progressiva distruzione, dal progressivo consumo nel tempo, di alcune strutture polmonari che servono a respirare, e questo progressivo deterioramento anatomico e funzionale del polmone riduce nel tempo gli scambi respiratori, gli scambi di ossigeno e anidride carbonica tra aria e sangue.

Attenzione che molti pazienti con BPCO e enfisema ad esempio, possono anche non presentare una dispnea quando sono a riposo, d’accordo?

Mentre invece questo sintomo tende a comparire, qualche volta anche in modo drammatico, e specie nelle forme più avanzate di malattia, nel momento in cui il paziente si appresta a una qualunque attività fisica, e tra queste ovviamente anche quando incomincia a salire le scale!

Embolia Polmonare

Altra malattia respiratoria che può farmi fare fatica a fare le scale, L’embolia polmonare! Certo! Ma ovviamente non l’embolia polmonare quella acuta, drammatica, che magari mi fa perdere i sensi e mi devono portare all’ospedale, che non può essere ignorata dal paziente, d’accordo?

Se ho un’embolia polmonare altroché me ne accorgo! D’accordo? e se faccio magari fatica a fare le scale dopo un episodio embolico, una volta che sono guarito dall’embolia, beh, non mi stupisco! D’accordo?

Ciò che invece mi può capitare in modo più subdolo, senza segni cosi manifesti, è l’embolizzazione cronica del polmone, quella dei piccoli microemboli cronici che tendono a ripetersi nel tempo, e che in questo caso danno magari pochi segni, ok?

Il mio polmone si deteriora in modo non così manifesto, come nel caso della grande embolia polmonare acuta, e mi trovo poi a respirare male senza sapere a chi dire grazie.

Ci sono ad esempio delle condizioni favorenti i fatti microembolici, tendenze alla embolizzazione su base genetica, la cosiddetta trombofilia ereditaria, o le microembolizzazioni dovute alla presenza di tumori che non so di avere, la cosiddetta trombofilia paraneoplastica, trombofilia vuol dire “particolare tendenza a formare dei trombi nei vasi sanguigni”, e paraneoplastica vuol dire “che si accompagna a un tumore”, d’accordo? Bene.

Fumo di Sigaretta

Ma anche solo il fumo della sigaretta può essere responsabile della sensazione di fare fatica a fare le scale, ancora di più se il fumo, poi, negli anni, ha provocato ad esempio una delle due malattie broncopolmonari di cui ho detto prima, d’accordo?

Beh, mica per niente agli sportivi, proprio per evitare il calo delle performances atletiche, si sconsiglia vivamente di non fumare, OK?

Patologie cardiache e cardiovascolari

Ma, non solo problemi broncopolmonari alla base della fatica a fare le scale, ci sono anche le patologie cardiache e cardiovascolari a fare la loro parte, d’accordo?

Molte malattie del cuore, ad esempio, possono provocare, spesso anche molto precocemente, la comparsa di una particolare fatica a fare le scale, che oltretutto, attenzione! tende a manifestarsi ben prima che si manifestino successivamente i più importanti sintomi dello scompenso cardiaco, d’accordo?

Quindi, proprio per ciò che sto dicendo, una valutazione tempestiva di questo sintomo, del sintomo “fatica a fare le scale, respiro che manca quando faccio le scale”, spesso è utile a scongiurare una eventuale progressione di quadri clinici di pertinenza cardiologica che, se ignorati, possono invece condurre il paziente a situazioni cliniche anche pericolose, OK? Bene!

Sovrappeso / Obesità

Attenzione però anche al sovrappeso e all’obesità! Certo! perché entrambe queste due condizioni possono far fare più fatica a fare le scale, prima, quando il peso era giusto non facevo nessuna fatica, poi, perché magari ho ridotto l’attività fisica, o perché ho mangiato di più, il peso incomincia a “scappare”, ok? aumento di peso rispetto a prima, quando non facevo fatica a salire i gradini, e fare le scale diventa un’impresa, con tutto che, naturalmente, il mio peso maggiore mi porta poi ad affaticare di più anche il cuore e rischio di ricadere in una di quelle patologie cardiache di cui parlavo prima, quelle che mi fanno sentire più faticoso salire le scale, d’accordo?

L’aumento del peso, quindi, non incide solo come una causa “meccanica”, sulla mancanza del fiato, ma può provocare proprio anche quelle malattie cardiovascolari che possono portare ad uno scompenso cardiaco che può manifestarsi proprio con la mancanza di fiato quando si salgono i gradini e che va sempre individuato per tempo per evitare guai peggiori.

Anemia

Ma anche un’anemia, ad esempio, può provocare una dispnea e un maggior senso di affaticamento quando si salgono le scale, OK?

L’anemia consiste nella riduzione, al di sotto dei valori normali, dell’emoglobina del sangue.

L’emoglobina è contenuta nei globuli rossi e ha una funzione di trasporto dell’ossigeno ai tessuti del’organismo.

Una bassa quantità di emoglobina nel sangue può essere causa di dispnea quando si salgono le scale, oltretutto tanto più rapida è l’insorgenza dell’anemia nel tempo, tanto maggiore sarà la dispnea, d’accordo?

E le cause dell’anemia vanno sempre ricercate e individuate perché, qualche volta, dietro un’anemia ci sono delle situazioni cliniche che vanno scoperte e risolte per evitare guai! Ok? Bene.

Malattie Neuromuscolari

Ma ancora, qualche volta, fin dall’inizio, fin dall’esordio, molte malattie neuromuscolari possono provocare la comparsa di dispnea, di affaticamento e di facile esaurimento della capacità di mantenersi in movimento, e quindi anche di una fatica a respirare che ancor più compare quando si salgono le scale, e ricordo ad esempio, tra queste patologie neuromuscolari

  • la distrofia muscolare
  • le miopatie in genere
  • le miopatie ribosomali
  • la sclerosi multipla
  • la miastenia
  • la SLA, cioè la sclerosi laterale amiotrofica, d’accordo?

Conclusione

Quindi, per finire, consiglierei sempre di prestare particolare attenzione, ogni qual volta insorga una sintomatologia caratterizzata da fatica e da dispnea nel salire le scale, proprio perché questi sintomi spesso sottostimati quando addirittura non volutamente ignorati anche a lungo, frequentemente sono il campanello d’allarme che suona per annunciare problemi fisici che spesso sono tutt’altro che da trascurare, d’accordo?

Sono dei sintomi che spesso possono mantenersi relativamente stabili nel tempo, fino al momento in cui però, non riuscendo più a restare in relativo compenso, si manifestano poi improvvisamente con uno scompenso clinico , respiratorio, cardiaco, che, oltre ad arrecare maggior sofferenza al paziente, rischia poi di trovare minori spazi di trattamento, ma soprattutto minori possibilità di soluzione a causa di un riconoscimento del problema clinico sottostante eccessivamente tardivo.

Articoli Simili a Questo

Nodulo al Polmone (VIDEO)

Dott. Enrico Ballor

Dolore al Torace: Cosa lo Provoca e Come Affrontarlo (VIDEO)

Dott. Enrico Ballor

Bronchiectasie e Bronchite Cronica Bronchiectasica (VIDEO)

Dott. Enrico Ballor
CHE COS'E' E COME VIENE FATTA

Visita Pneumologica

Scopri - in maniera semplice - tutte le fasi della visita specialistica e come il Dott. Enrico Ballor valuta il paziente per il disturbo che presenta.
GUARDA IL VIDEO
Pneumologo
close-link
Pneumologo
Che cos'è (e come viene fatta) una Visita Pneumologica?
Guarda il Video
close-image